Sonnino By Cugini

Sviluppo Agricolo

Posted by AntonioCugini

Programma

Programma Regionale Leader + 2000/2006 Regione Lazio
 

Durata

2000-2006
 

Settore

Sviluppo agricolo
 

Paesi Coinvolti

Tutto il territorio della Regione Lazio è elegibile per il programma Leader + tranne i seguenti comuni: Albano, Ardea, Ariccia, Ciampino, Civitavecchia, Colleferro, Formia, Frascati, Frosinone, Gaeta, Genzano, Grottaferrata, Guidonia Montecelio, Isola del Liri, Ladispoli, Latina, Minturno, Rieti, Sora, Marino, Monterotondo, Roma, Santa Marinella, Tivoli, Viterbo.
 

Obiettivi

Accrescere la competitività dei territori rurali interessati da fenomeni di declino o che stanno attraversando grandi cambiamenti mediante interventi capaci di agire sugli aspetti relazionali tra i soggetti economici ed istituzionali al fine di riflettere sulle problematiche inerenti la qualità della vita e del lavoro e le opportunità di sviluppo in ambito rurale.
 

Struttura

L’obiettivo generale è perseguito tramite quattro obiettivi specifici che corrispondono ai quattro assi di intervento. I quattro assi sono:
Asse I – Strategie pilota di sviluppo rurale a carattere territoriale e integrato;
Asse II – Sostegno alla cooperazione tra territori rurali;
Asse III – Creazione di una rete;
Asse IV – Animazione, informazione, gestione, sorveglianza e valutazione del Programma.
 

Tipologia di azioni

Misura I.1 Aumento della competitività sociale
La misura si compone di 4 azioni:
I.1.a) Aumento della coesione sociale, ricerca e affermazione di un’identità territoriale.
I.1.b) Formazione dei soggetti istituzionali.
I.1.c) Formazione degli operatori rurali.
I.1.d) Recupero e valorizzazione di Know-how tradizionali attraverso la formazione dei giovani.

Misura I.2 Aumento della competitività ambientale/culturale
La misura prevede la realizzazione di 8 azioni:
I.2.a) Inventario, restauro e valorizzazione di edifici e beni storico-culturali
I.2.b) Protezione, recupero e valorizzazione delle risorse naturali e dei paesaggi
I.2.c) Tutela di specie vegetali ed animali in via di estinzione
I.2.d) Miglioramento della qualità dell’aria nei centri abitati dei territori rurali
I.2.e) Creazione di centri ricreativi e di informazione sull’ambiente
I.2.f) Razionalizzazione delle risorse idriche ed energetiche
I.2.g) Promozione Turistica
I.2.h) Sviluppo impianti sportivi

Misura I.3 Aumento della competitività economica
La misura prevede la realizzazione di 7 azioni:
I. 3.a) Assistenza tecnica per lo sviluppo di nuove forme imprenditoriali
I. 3.b) Creazione di nuovi prodotti e servizi
I.3.c) Aumento del valore aggiunto tramite la trasformazione in loco e la commercializzazione di prodotti agroalimentari
I. 3.d) Integrazione dell’offerta di diversi prodotti locali
I.3.e) Riconversione di beni pubblici per nuove attività che generino occupazione
I.3.f) Introduzione di nuove tecnologie
I.3.g) Riqualificazione dell’offerta alberghiera ed extralberghiera

Misura I.4 Supporto alla realizzazione del PSL
La Misura si compone di quattro azioni
I.4.a) Costituzione del GAL
I.4.b) Funzionamento del GAL
I.4.c) Animazione del PSL
I.4.d) Formazione interna

Misura II.1 Realizzazione di azioni comuni infraterritoriali e transnazionali
La Misura si articola nelle azioni di seguito descritte:
II.1a) Accrescere il valore aggiunto delle azioni relative all’Asse I mediante forme di cooperazione con territori rurali nazionali
II.1b) Accrescere il valore aggiunto delle azioni relative all’Asse I mediante forme di cooperazione transnazionale

Misura IV.1 – Animazione e informazione
La Misura si articola nelle azioni di seguito descritte:
IV.1a) Promuovere il modello Leader per lo sviluppo rurale
IV.1b) Applicare il regolamento 1159/2000 del 30 maggio 2000

Misura IV.2 – Gestione, monitoraggio e valutazione
La Misura si articola nelle azioni seguenti:
IV.2a) Gestione del programma
IV. 2b) Monitoraggio del programma
IV. 2c) Valutazione del programma.
 

Beneficiari

Sono candidabili i Gruppi di Azione Locale (GAL), ovvero associazioni riconosciute tra partners pubblici e privati la cui forma giuridica è disciplinata dagli artt. 14-35 del codice civile.
 

Finanziamenti

Le risorse disponibili per l’attuazione dell’Asse I (in capo ai GAL) ammontano a 27,1 Meuro di cui 13,55 Meuro a carico del FEOGA, 9,5 a carico dello Stato e 4,1 a carico della Regione.
 

Modalità di Partecipazione

I GAL candidati dovranno presentare un Piano di Sviluppo Rurale coerente con il programma Leader + regionale ed il relativo Complemento di Programmazione che saranno valutati da un’apposita commissione regionale.
La Regione Lazio finanzierà al massimo sette Piani di Sviluppo Locale.

 

Riferimenti Normativi

Comunicazione della Commissione del 14 aprile 2000, che stabilisce gli orientamenti dell’iniziativa comunitaria Leader+
Decisione della Commissione C/2001/3626 del 26 novembre 2001 di approvazione del Programma Leader + 2000/2006 della Regione Lazio
Deliberazione del Consiglio regionale del Lazio 110 del 27 giugno 2002 di recepimento del Programma regionale Leader + 2000/2006
 

Indirizzi Utili

REGIONE LAZIO
Direzione Regionale Sviluppo Agricolo e Mondo Rurale
Ufficio Speciale K – Coordinamento Piani, programmi e studi
Via Rosa Raimondi Garibaldi, 7
00145 – Roma
Tel: 06 51681

Leave a Reply